lunedì 15 ottobre 2007

Di pandori autunnali

Proprio in questi giorni, in cui più del solito mi sembra di avere un florido pandoro al posto del sedere (tanto che ogni volta che infilo le mani nella tasche del soprabito mi aspetto di trovare la bustina di zucchero a velo con le istruzioni "versare nel retro dei jeans, richiudere, agitare bene, indi servire" e ho pure avvisato l'ospite che non mi tentasse con le sue leccornie, ché ho intenzione di riprendere la palestra), ecco che capita che mentre scendo le scale diretta alla zona ristoro il collega che mi segue (appunto per il futuro: mai, mai, mai capeggiare le file indiane dirette alla macchinetta del caffè) da dietro mi dice "sai che oggi sei più longilinea del solito?".
(Il fatto di essere davanti mi ha permesso se non altro di mascherare l'espressione di stupore mista a terrore che si è dipinta sul mio volto - e forse, anche sul mio sedere -.)
Scartata ogni ipotesi di broccolaggio da parte sua, ché col suddetto collega siam quasi amiconi da osteria, e poi è fidanzato (anche se sappiamo che non vuol dire), ho bevuto un caffè meditabondo pensando alle ragioni di tale apprezzamento.
Ho risolto che deve essere senz'altro delle due l'una: o gli uomini non collegano ciò che vedono al cervello o i loro metodi di valutazione si basano su criteri a noi insondabili.
La terza ipotesi, ovvero il fatto che noi donne non abbiamo percezione di noi stesse, non la prendo neppure in considerazione.
Tanto più che quando ho trovato la forza di rispondergli con un ironico "saranno i tacchi" mi è giunta una sicura quanto enigmatica risposta:
"no, no".
Cosa avrà voluto dire.

Etichette:

 
Di Tengi |

7 Commenti:

  Alle 11:13 AM Blogger majorTom ha fatto una pausa per dire:
Propenderei per la terza ipotesi.

E' molto femminile crearsi paranoie su cose che non lo meritano così come non crearsele su cose che lo meriterebbero.
Esempio delle prime: la cosidetta "linea".
Esempio delle seconde: imparare a cucinare bene. Non è un dettaglio insignificante. E' un must.

Donne convertitevi, non credete più a ciò che scrivono su Glamour o Donna Moderna.
  Alle 11:31 AM Blogger michele ha fatto una pausa per dire:
nulla di enigmatico: il lessico maschile è molto semplice.
no = no
si = si.
e se ti ha detto (molto garbatamente) che hai un bel culo (ops) è probabile (per non dire certo) che sia così.
anche la mia ragazza si fa le tue stesse paranoie, ma io so con quale occhio gli altri esemplari della mia specie la guardano.
:)
  Alle 11:50 AM Blogger Cate ha fatto una pausa per dire:
All'uomo piace la ciccia perché ancestralmente un sedere tondo gli ricorda una decappottabile sportiva e/o un pallone da calcio.
Chiamiamoli riferimenti morfologici...
  Alle 2:16 PM Anonymous LCL ha fatto una pausa per dire:
Probabilmente il collega è reduce da un buon weekend and elevato tasso alcolemico.
O hai un bel culo.
  Alle 7:23 PM Anonymous Domiziano Galia ha fatto una pausa per dire:
Mmmmm.... il pandoro Tengi. :-D
  Alle 10:19 AM Anonymous Anonimo ha fatto una pausa per dire:
Beh, il mio caro collega che tu conosci bene... ogni 2x3 mi fa: oggi ti vedo molto tonica... che dolce bugiardo

LaVale
  Alle 4:49 PM Anonymous lattis ha fatto una pausa per dire:
Come già detto, gli uomini ci guardano con occhi diversid ai nostri. Mi piacerebbe essere al loro posto una volta, mi sa che mi sentirei molto molto meglio...