venerdì 6 luglio 2007

C*lo di Tengi* - terza uscita

A grande richiesta, un nuovo capitoletto estratto dal fortunatissimo bestseller "Culo di Tengi - Una guida per il successo". Sempre più donne, leggendo i consigli della guida, stanno scoprendo nuove vie per la realizzazione nella vita. Sempre più uomini, leggendo i consigli della guida, attendono preoccupati gli sviluppi.

*Tratto dal capitolo 3 "Una teoria rivoluzionaria basata sull'ipotesi del vasetto Quattro Stagioni Bormioli Rocco "*

Donna: è venuto il momento di affrontare un tema spinoso e delicatissimo.
La totale inadeguatezza del tuo aspetto fisico ai dettami estetici imposti dalla società.
Donna.
Senti che le tue caratteristiche estetiche non ti aiutano a raggiungere il successo nella vita, anzi ti ostacolano vieppiù?
In un mondo dominato da canoni di bellezza irraggiungibili con un budget di 1.150 Euro al mese anche tu, donna, ti rendi tristemente conto che non riuscirai mai a stare al passo con i modelli pubblicitari e televisivi?
Ti sono preclusi i trattamenti estetici potenzialmente risolutivi come liposuzione, aumento o diminuzione del seno, rifacimento dei connotati facciali e/o tosatura del monociglio?
O donna: ti capisco. Mi sembra quasi di vederti al II giorno di ciclo, con la pelle lucida, i capelli non proprio pulitissimi, mentre arranchi sulle scale della metropolitana col tuo quotidiano fardello di frustrazioni e preoccupazioni. Accanto a te scorrono implacabili i cartelloni pubblicitari di donne splendide in costume da bagno. E tu donna, abbassando lo sguardo sul tuo sederone e le tue caviglione, soffri terribilmente.
Come vorresti che il tuo corpo ti autasse a raggiungere il successo, ad essere apprezzata, o anche solo che ti desse una piccola iniezione di autostima per affrontare la giornata. Come vorresti essere al centro dell'attenzione, vivere giornate da sogno a bordo di yacht, camminare sulle tue gambe fantastiche lungo prestigiose promenade marittime, ammaliare i soci del Golf Club domenicale col tuo sorriso stupendo.
Ma così non è.
Donna, la vecchia ed efficace teoria del "la do per fare carriera" non funziona per te, in quanto non ti riesce di trovare nessuno disposto a tal baratto. Saresti propensa anche ad offrire il tuo corpo senza tornaconto, anche solo così, per regalare al tuo amor proprio un mercoledì da leoni. Ma ti rendi conto che gli uomini ormai sono diventati selettivi e pretenziosi. Persino gli uomini meno attraenti, soprattutto se hanno qualche soldino che gli balla in tasca, si permettono di fare gli schizzinosi dall'alto della loro pancia pelosa.
Gli uomini pretendono, pretendono, pretendono. Che le donne siano sempre perfette, parrucchierate, abbronzate, magre. Si fanno impressionare dalle fighette che vedono in televisione e pretendono di ritrovarle pari pari nella vita reale. Noi donne almeno in questo siamo più intelligenti e non andiamo certo in cerca di Mastro Lindo.
Sempre più nelle piazze delle nostre città di provincia mi capita di assistere a scene pietose di donne che elemosinano le attenzioni di uomini annoiati e disinteressati. In una mano il bicchiere con lo spritz, nell'altra la sigaretta, essi osservano impassibili e leggermente infastiditi i tentativi di abbordaggio di donne disperate, conciate alla bell'e meglio per l'occasione, disposte a parlare di qualunque cosa (anche dell'analisi comparata tra le gomme Bridgestone e le Michelin alla luce delle prove tecniche dell'ultimo GP) pur di attirarne l'attenzione.

O donne. E' giunto il momento che sappiate.
I tempi sono cambiati.
Gli uomini non lo danno più via come il pane, come un volta. Se lo conservano gelosamente.
Per la precisione, essi lo custodiscono in un vasetto Quattro Stagioni Bormioli Rocco con capsula di sicurezza sotto il lavello in cucina. Lo tirano fuori solo in alcuni casi, come le pesche sciroppate: nelle grandi occasioni (capodanno, compleanno, addio al celibato dl migliore amico), quando lo vedono coperto da uno strato di polvere, oppure quando iniziano a temere che stia andando a male.
E' chiaro che con uomini così la tua autostima, donna, va a farsi benedire e scende a livello dei tuoi piedi cicciotti.
Donna: così non raggiungerai mai il successo.
Donna: è inutile che tu insegua modelli irraggiungibili.
Donna: piantala di supplicare gli uomini che mi fai innervosire.
La soluzione non è dimagrire.
La soluzione non è puntare tutto sulla simpatia e sull'ironia o sul cervello. Quest'ultimo conservalo per occasioni migliori.
La soluzione, o donna, è lavorare sulla tua autostima.
E farlo vestendo taglia 46 al giorno d'oggi è difficile, lo so. Ma non impossibile.
Nella prossima puntata, o donna, sarai testimone di una teoria rivoluzionaria.
*Fine*

Etichette:

 
Di Tengi |

14 Commenti:

  Alle 2:33 PM Blogger MOZ ha fatto una pausa per dire:
Con quale numero sara' disponibile il fantastico raccoglitore?
;)
  Alle 3:40 PM Anonymous ciccio ha fatto una pausa per dire:
vorrei aggiungere: o donna, se proprio devi, punta sul giovedì da leoni, perchè il mercoledì c'è la champions league :p
  Alle 3:41 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
puntavo all'intervallo tra il primo e il secondo tempo, infatti...
  Alle 3:50 PM Anonymous Annalisa ha fatto una pausa per dire:
Oh Donna Autrice del Bestseller.
Ti sono molto riconoscente.
Mi prenoto per tutta la raccolta.
Voglio il raccoglitore e i cartoncini colorati separatori.
Anzi, mi prenoto per diciotto copie.
Conosco altre diciassette donne in stato di necessità per le quali il CdT sarà toccasana.
Donna. Voterò per te al prossimo premio Strega.
Donna. So che devi anche far finta di lavorare, so che devi anche arrancare per le scale metropolitane, so che devi anche evitare bavosi e polverosi colleghi, so che vorresti anche dilettarti per ore e ore sul tapis roulant onde ridurre ciò che va ridotto e aumentare ciò che va aumentato, lo so.
Ma, o Donna Autrice, non farci attendere molto la prossima puntata.
  Alle 4:36 PM Anonymous McManus76 ha fatto una pausa per dire:
Incredibile.
Francamente incredibile.
Nei discorsi di voi donne esiste una singolare categorie: le donne graziose, magari non bellissime ma neppure inguardabili ipotesi d'arte futurista, gentili e affabili, che non trovano un uomo che voglia passare con loro una serata piacevole. Ebbene donne: questa categoria non esiste. A meno che le donne in questione non puntino, per deficit d'autostima, a loro volta alla copia carbone dell'uomo immagine di Hugo Boss.
Pantatela di piangervi addosso: l'uomo che lo tiene sott'olio non esiste; NON ESISTE. E di ragazzi gentili, carini, affabili, è pieno il mondo, e pure il vostro quartiere: li potete distinguere con facilità, sono quelli che non vi attirano per nulla fino a che non cominciano a fare gli stronzi. Banalità infinita, e verità inattaccabile.
  Alle 4:48 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Lo sapevo che prima o poi sarebbe arrivato Marco Ferradini.
Evidentemente gli uomini "Prendi una donna e trattala male" sono quelli che si rendono visibili agli aperitivi in piazza. E loro sì che lo tengono sott'aceto.
I ragazzi gentili forse preferiscono stare in casa a giocare a Subbuteo.

altrimenti non si spiega la famosa frase di chi, esasperata da innumerevoli uscite inconcludenti, commentò "ma io che cosa devo fare per essere messa a 90°?".
  Alle 5:09 PM Anonymous McManus76 ha fatto una pausa per dire:
Ma Tengi, vedi come è facile?
Chiamami, scrivimi, chattami e ti do un elenco bello cicciuto di numeri di telefono di ragazzi gentili, carini, acculturati (non patetici nerd forforosi), che non hanno mai giocato a subbuteo e non trovano una ragazza da tempo perchè incapaci di fare gli stronzi.

Ti assicuro che il loro cuore è aperto e ansioso di far conoscenze, mettersi in gioco, godere di gradevoli conversazioni all'aria aperta o di una giornata di mare in compagnia femminile. E ad una telefonata di una fanciulla non risponederebbero mai altro che con animo docile e simpatia.

Ora però non dirmi che tu non sei Marta Flavi, oppure che "chissenefrega, non sono fatti miei" perchè sei fidanzata, perchè in questo genere di conversazioni voi donne arrivate sempre al punto di rottura dicendo qualcosa di irragionevole che chiude il discorso, in modo da rimanere nel vostro fatato, ineffabile regno di banalità. Prendilo come un esperimento: se abbiamo ragione entrambi pensa quante persone faremo felici! E il tuo blog potrebbe diventare una favolosa succursale di meetic con conseguente impennamento dei contatti! (il che probabilmente ti interesserà anche di più)
  Alle 6:33 PM Blogger Marea di Luce ha fatto una pausa per dire:
la terza uscita mi convince inesorabilmente a prenotare tutto il resto, anche se dovesse trattarsi di una serie illimitata: pagamento anticipato?

mma ssi, va bene!!!

e mi diverto anche a leggere i commenti, continuate pure la diatriba, prendo i pop corn :P
  Alle 10:40 AM Anonymous ciccio ha fatto una pausa per dire:
una domanda, alla luce di quanto detto nei commenti. ecco, io ho giocato tantissimo a subbuteo: qual è il mio target?
  Alle 11:44 AM Anonymous Fuocofatuo ha fatto una pausa per dire:
Di' la verita... per questa rubrica hai preso ispirazione senza dubbio dall'arrotino!
Donne! E' arrivato l'arrotino, donne! l'arrotino e l'ombrellaio.Aggiusta coltelli, forbici, forbici da pota, ombrelli, cucine a gas! Donne, ripariamo le vostre cucine a gas! Donne!
Stai attenta, sicuramente vorrà la percentuale sulle vendite di un eventuale libro...
  Alle 7:12 PM Anonymous ciccio ha fatto una pausa per dire:
(nell'intervallo? solo un quarto d'ora? anzi meno, visto che ci sono la pipì e il cambio drink?)
  Alle 7:26 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
meno ancora, ché io mi riferivo all'intervallo della partita di Subbuteo.
  Alle 12:51 AM Anonymous Domiziano Galia ha fatto una pausa per dire:
Mai avuto un Subbuteo. Perà gioco a poker. Chissà in che categoria ricado.
  Alle 8:16 PM Anonymous Anonimo ha fatto una pausa per dire:
tengi for president! :-)
stef

www.stefaniabozzi.com