lunedì 8 gennaio 2007

1000 modi per dire "io NON sono single"

Qui in ufficio, quando si parla del proprio "partner amoroso", non so mai quale sia il termine da usare:
1) fidanzato/a: il più usato qui a Milano, ma a me sa troppo di fidanzati con promessa di matrimonio/casa già comprata/asciugamani in coordinato Lui&Lei, per cui non lo uso per evitare improvvise crisi di soffocamento
2) moroso/a: io lo chiamo così, anche se qui non è molto usato (quando lo dico mi guardano un po' strano), non so in altre parti d'Italia - è carino dai, deriva da "amoroso" -
3) ragazzo/a: non è male! Ma è po' troppo colloquiale forse, e poi mi chiedo: fino a che età si può dire??? Un po' come "stiamo insieme", non fa un po' ritorno all'adolescenza?
4) compagno/a: mmmm, troppo "New Economy anni '80", come quella pubblicità "io vivo con il mio tempo, con il progresso, la performance...", più adatto ai fidanzati in procinto di seconde nozze, forse
5) partner: mah... usato da solo questo termine serve per lasciarvi la piazza libera, perchè in fondo vuol dire tutto e niente (partner a briscola, partner a tennis, partner di bisboccia all'osteria...?)

... e poi ci sarebbe un altro simpatico termine di derivazione regionale che si usava dalle mie parti, pensato proprio per noi ragazze, ma dubito che sia adatto all'ufficio... trattasi di "manico".

New entry
: il mio uomo o la mia dooonna (alla Alex Drastico), o anche il mio ganzo (ma solo se di nome fa Fonzie) suggeriti da Maldi, il mio tipo/la mia tipa (come per dire, uno qualunque, raccattato per caso per strada...!), dal Capitano, la mitica "fidanz"... (hei Capsula, dimmi Nucleo, bella cumpa, ti presento la mia fidanza!), infine, regionale, arriva zito/a da Moz.

Etichette:

 
Di Tengi |

24 Commenti:

  Alle 12:33 PM Anonymous maldive ha fatto una pausa per dire:
Allora, io dico sempre "fidanzato/a", non gli dò il significato ufficiale del fidanzamento con anello (anello con solitario, Tengi, NON anello Durex!!!!), ma mi piace molto. E dico anche "moroso/a", da me si usa. Odio "compagno/a" (troppa valenza politica!) e pure "partner" (Fa troppo ufficio, mi ricorda l'espressione Partner commerciale!.

Ma ce ne sono tante espressioni buffe: "tipo", "Boy friend", "amichetto", "uomo", "ganzo"...

Attualmente dico "Il mio amore" perchè mi sembra il termine migliore!!!!
  Alle 12:51 PM Anonymous gianpaolo ha fatto una pausa per dire:
E' vero tengi, hai ragione quando dici che questi nomignoli sono troppo banali e scontati e condivido le motivazioni che affibbi ad ognuna delle voci..
"Girl friend", così chiamavo la mia ex, ma è roba dell'anno scorso..
Mi sa che dovrei fare un corso di aggiornamento..
  Alle 1:43 PM Blogger Captain's Charisma ha fatto una pausa per dire:
Io dico "Fidanz", però devo ammettere che per voi donne, manico sia un gran bel nomignolo ;-)
  Alle 1:57 PM Anonymous McManus76 ha fatto una pausa per dire:
Io, quando convivevo, parlavo di "compagna". "Compagna" mi piace. Vivere assieme è farsi compagnia di fronte alla vita che passa. E poi mi ricorda i banchi di scuola e la gioventù gravida di possibilità...
  Alle 2:00 PM Anonymous Anonimo ha fatto una pausa per dire:
il mio capo, F(tengi sa di chi sto parlando) dice sempre: la mia tipa o il tuo tipo... mah
  Alle 2:10 PM Anonymous Anonimo ha fatto una pausa per dire:
Credo che bisognerebbe osare un pò di più....

devi usare...fidanzata o compagna...se parli con soggetti preistorici!!!
altrimenti il mio scoiattolo impaurito... oppure il mio petalo di rosa o il mio gattino coccolone....o la mia topona preferita.....ne avrei altri 1000!

Brian
  Alle 2:19 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Sorvoliamo sui nomignoli di Brian, che mi hanno fatto cariare un dente.
Per il resto:
- "il mio uomo" mi piace(molto da film, ma ha il suo effetto solo se lo dici con una'aria da donna vissuta e una sigaretta in bocca)
- amichetto è simpatico e sa di incontri clandestini alle 4 del pomeriggio con la casa libera dai genitori(carino anche nella variante francese petit-ami)
-boy/girl friend: ma a chi lo dici? agli ammericani?
- fidanz è stupendo, molto slang, sa un po' di "ehi maranza vi presento la mia fidanza!"
- la mia tipa: troppo anonimo, io odierei essere chiamata "tipa"!!!!!grrrr
  Alle 2:27 PM Blogger fantozzi ha fatto una pausa per dire:
L'ambiente ove faccio finta di lavorare è prettamente maschile ed informatico per cui, come detto in un post sul mio blog, l'unico argomento di cui si parla è appunto l'informatica; per questo cerco di stare sempre da solo, per evitare discorsi squallidi in cui il colmo della spiritosaggine è dire frasi del tipo "hai esaurito la RAM ?", "ti hanno formattato i neuroni?".
Un terabyte di saluti da fantozzi
  Alle 2:29 PM Anonymous maldive ha fatto una pausa per dire:
Scusa Tengi, ma non posso astenermi:

Brian...scoiattolo impaurito!!! E so anche da dove deriva!!! ti adoro!!
  Alle 2:31 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
X Fantozzi: senti raccogli tutte queste spiritosaggini in un bestiario impiegatizio, ti prego, ci facciamo quattro risate alle loro spalle e passa la paura...
X Maldi: ma a te non ti si cariano i denti?
  Alle 3:40 PM Anonymous maldive ha fatto una pausa per dire:
ahahahahha! no, no...e pure la glicemia è a posto! Mai stata meglio!!
  Alle 4:00 PM Blogger BlackMamba ha fatto una pausa per dire:
Io(parlando con gli altri) lo chiamo "lui",o "coso" o "rimbambito" o "il bolognese"(visto che proviene da lì)..per tutto il resto ho allergia.
Tra noi due è diverso: Lui è Topolix ed io Paperix (...brrr..)
  Alle 4:03 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
  Alle 4:07 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Ammazza Black, che lessico ambivalente che sfoggi! Come si deceva ai tempi degli uomini, tu sei una vera donna profiterole, dolce ma abbastanza con le palle da chiamare il moroso "coso"... Chapeau. (ma che ti dicono ad Alcatraz?)
  Alle 5:15 PM Blogger MOZ ha fatto una pausa per dire:
Zito e zita?
E' tipico della mia citta'.
  Alle 5:19 PM Anonymous yukikom ha fatto una pausa per dire:
il mio tesoro?
il mio amore?
il mio tizietto?

il mio giovanni. Ecco, io opterei per il mio giovanni.
  Alle 5:39 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
beeeeello Moz! Da quanto tempo non sentivo ciò!!!!
"Sai se è azzitato? E' zito per caso?"
Che ricordi che m'hai tirato fuori!!!
  Alle 7:57 PM Anonymous Monicagellerb ha fatto una pausa per dire:
In toscana siamo volgarissimi:
"i' mì fi'o"
"la mi' fi'a"
  Alle 8:55 PM Anonymous whiteymack ha fatto una pausa per dire:
E qui la fine Tengi mi lancia un’imbeccata pazzesca… Rivelando le sue conoscenze di letterata ricorda a tutti noi che il termine “moroso” deriva da "amoroso". Direi che è il termine da preferire in una coppia dove il motivo dell’unione e del legame sia appunto, il sentimento. A volte, purtroppo, il termine moroso/a viene defraudato del suo significato, ma,in questi casi, prima o dopo, la coppia scoppia… Il nomignolo meriterebbe un capitolo a parte. Non avendone l’opportunità in questa sede mi sembra di ricordare che i nomignoli affettuosi nascano dal niente, nei casi dei rapporti sentimentali più riusciti, e ci si trovi a pronunciarli improvvisamente venuti chissà da dove. Non è vero, il “chissà da dove” sappiamo benissimo dov'è, se stiamo ad ascoltare…
  Alle 9:35 PM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Monica: ai Toscani si perdona tutto, anchela la presunta volgarità (e voi lo sapete, e ci sguazzate, birichini!!!)
  Alle 10:46 AM Anonymous edi ha fatto una pausa per dire:
permettimi di suggerire "zito", pronunciato con la zeta di zucchero, che è il termine siciliano (e dicono anche salentino) per descrivere un vasto raggio di relazioni sentimentali:

a) si fici zzitu! (si è fidanzato)
b) avi 'u zzitu!(ha un compagno/moroso/amante occasionale)
c) etc. etc.

"zito" è quello serio così come l'amante. Parola perfetta in ogni occasione.
  Alle 10:47 AM Anonymous edi ha fatto una pausa per dire:
ah mannaggia, ci era già arrivato l'amico moz. Poco male, ho completato la spiegazione :D
  Alle 11:55 AM Blogger Tengi ha fatto una pausa per dire:
Grazie Edi infatti Zito lo conoscevo per merito di una mia ex-coinquilina di Martina Franca, mitica!
(Assieme a "agguant'accuddu" per dire "anvedi quello")
Fondamentale la precisazione sulla dizione della "z", e anche sul duplice significato del termine...
Posso quindi io in teoria avere due ziti, no???
  Alle 10:35 AM Anonymous psicos ha fatto una pausa per dire:
Ciao!
Voto per "moròso": dalle mie parti, in romagna, si usa molto, con una chiusissima "o" in "ro"! :)