giovedì 12 luglio 2007

Riuniamoci

Insomma dai, diciamolo che le riunioni non servono a nulla.
L’uomo che odio ne ha organizzata una stamattina. Ha scatenato tutta la sua estrosità da principe del foro in un’ora di vibrante monologo. E noi lo siamo stati a sentire, da bravi scolaretti devoti. Ma poco male. Oramai ho sviluppato un’espressione di ordinanza per sopravvivere all’altrui caramellosa verbosità. Una mimica studiatissima che si compone di: un sopracciglio alzato a significare l’attenzione, un altro sopracciglio aggrottato a significare il dubbio che scaturisce dalla riflessione, una mano sotto il mento e la mente rivolta ad altro.
Sursum corda.
Unica nota dolente: al mio odio indiscriminato per gli oratori sbrodoloni si sono aggiunti anche quei curiosi esemplari d’ufficio reperibili nelle riunioni aziendali e che potrebbero essere definiti affetti dalla sindrome del “sono in grado di incasinare anche un bicchiere d’acqua”.
Animati da insolito zelo (incomprensibile se si considera il contesto) e armati di tutte le loro conoscenze tecnologiche, essi partono a vele spiegate alla conquista dell’uditorio spantegando tutto ciò che sanno, nel vano tentativo di introdurre migliorie o novità in un contesto dominato prevalentemente dall’immobilismo (mentale). E così sono capaci, anche in quelle situazioni in cui tutto nasce meravigliosamente limpido, scontato, spiegabile e condiviso, di porre domande inutili e di fornire risposte pleonastiche, di fare e disfare, di incasinare le idee.
Mitico fu uno dei presenti (peraltro un essere paragonabile allo Yeti come grado di integrazione nell’ambiente aziendale) che, trovandosi spaesato nella discussione, che montava a dismisura in una spirale divergente allontanandosi vieppiù dall’oggetto della riunione per toccare insondabili territori fantascientifici, esclamò senza riguardo (e anche un po’ scoglionato): “ma insomma me lo dite alla fine che cazzo devo scrivere io?!”
Ancora una volta, “il Re è Nudo!” esclamò il bambino puntanto il dito.

Etichette:

 
Di Tengi |

12 Commenti:

  Alle 9:50 PM Anonymous Blimunda ha fatto una pausa per dire:
...poi una volta ti parlo delle riunioni di redazione - redazione femminile - ma ci vuole un po' di tempo e tanto fegato. Da quando sono freelance, giuro, ho meno rughe.
  Alle 9:01 AM Blogger Captain's Charisma ha fatto una pausa per dire:
Mannaggia, nel mio ufficio siamo solo in 5, sai che riunioni...
  Alle 9:18 AM Anonymous Domiziano Galia ha fatto una pausa per dire:
La cosa bella, poi, è che l'argomento della riunione era se nel distributore automatico ci dovessero essere più Mars o Mars Delight.
  Alle 10:12 AM Blogger MOZ ha fatto una pausa per dire:
La cosa peggiore e' quando un minuto prima di iniziare, il capo ti dice: "vieni con me a questa riunione".
E tu non sai neanche di cosa si parlera'.
  Alle 12:17 PM Anonymous Annalisa ha fatto una pausa per dire:
Insolito zelo? Incomprensibile zelo? Fare disfare incasinare?
Ho una proposta: prendiamo l'odioso principe del foro, lo chiudiamo su una nave con la mia collega, Marina la maestrina, e li spediamo a vender ghiaccioli al Polo.
E Mars. Rigorosamente delight
(o vogliamo metterci qui a discuterne?)
  Alle 12:37 PM Blogger majorTom ha fatto una pausa per dire:
Il massimo sono però le riunioni con le presentazioni in PowerPoint.
Colleghi con il tuo username e ti appaiono in sequenza le foto dei Motorehad, di tuo figlio piccolo e di Jenna Jameson.
E poi guardi tutti e dici.....ah dove andremo a finire con tutta questa tecnologia....!
  Alle 2:39 PM Anonymous ciccio ha fatto una pausa per dire:
quoto blimunda. aggiungo che da noi la riunione è una specie di interrogazione a tappeto.
  Alle 5:44 PM Blogger Velenero ha fatto una pausa per dire:
Vabbè, ma forse lo Yeti non si è integrato perché è l'unico che ha capito tutto (certo, tutto tranne "che cazzo deve scrivere lui").
  Alle 1:16 PM Anonymous Annalisa ha fatto una pausa per dire:
Siamo a lunedì 16 luglio.
Il mio PC si ostina a mostrarmi il post di giovedì 12 luglio.
Ora, posso ammettere che la mia linea ADSL, che salta una volta sì e nove volte anche, si rifiuti di "aggiornarmi" la pagina dei Pezzi d'ufficio.
Non riesco ad ammettere che non ci sia ancora un nuovo post. Dopo QUATTRO giorni.
Voglio dire: starai mica lavorando in ufficio?
Perchè anche il volontariato sul web ha il suo bel valore sociale, sai?
Se invece è quel deficiente del mio Pc che si è fermato e non vuole rinfrescarsi, chiedo scusa, ma comunico che soffro, senza post.
  Alle 1:28 PM Blogger S.B. ha fatto una pausa per dire:
Ho partecipato a certe riunioni in cui avevo scritto in fronte "che cazzo ci faccio io qui...".
Eppure gli altri imperterriti continuavano nei loro bla bla bla...
  Alle 2:22 PM Blogger Velenero ha fatto una pausa per dire:
@annalisa: hai già letto i pezzi della Tengi su Sorelle d'Italia? ;)
  Alle 2:48 PM Anonymous Annalisa ha fatto una pausa per dire:
Oh, yesss...
I suoi e gli altri.
Ma, sai com'è, a 'sti pezzi qui d'ufficio ci sono affezionata :-)